Following a difficult qualifying with changing track conditions, Forward Racing Teams’ Luca Marini and Lorenzo Baldassarri have to attack the field from seventh and tenth row on the grid for the 15th round of the 2017 Moto2 World Championship at the popular Twin Ring Motegi circuit.

Saturday started like the opening day in wet and cold weather, but when the rain stopped around midday, the track conditions changed rapidly. The 20-year old began the timed session with rain tyres, but was one of the first riders in the field, who opted for a pit stop to change to a dry setup. Once back on track, Marini improved his pace lap by lap, yet was still missing some confidence due to the numerous wet patches. Now, Marini will analyze the information collected together with his crew as he is set to kick off the Japan GP from the seventh row on the grid for tomorrow’s 23 laps battle.

Meanwhile Baldassarri was able to lower his lap time during the third free practice this morning to finish just 0.186 seconds behind Marini. Like his teammate, Baldassarri initially headed out on wet tyres to quickly realize that the racing line was almost dry, so he changed to a slick rear compound in combination with a full wet tyre in the front. This decision put the young Italian in a promising position as he even topped the session half way through the qualifying. However, Baldassarri was unable to lower his lap time furthermore during the final stages of the practice and has to face tomorrow’s demanding encounter from the tenth row of the starting grid.

The lights for the Motul Japanese Moto2 GP, which sees the Forward Racing Team duo highly motivated to turn around their uphill weekend in Motegi, will be switched off tomorrow at 12.20 local time (5.20 CET).


Luca Marini_NEW.jpeg

Luca Marini - 21st (1’56.300)

Today has definitely been another important learning experience, but obviously, it’s not the position we’ve expected, especially, because I’m quite sure we could have reached a better result and be closer to the front, if the conditions were fully wet or fully dry. It took me some time to get used to this mixed asphalt and unfortunately the others risked more at that moment. But anyway, the race is tomorrow. In addition, we were able to collect some useful data and can prepare the bike in the best way now. No matter how the weather will be on Sunday, I am ready to give my 100% to recover as many positions as possible.


Lorenzo Baldassarri_NEW.jpeg

Lorenzo Baldassarri - 30th (1’58.961)

“First of all, I have to say, that I’m really sorry for my guys and our entire team. I can’t express how bad I feel for them, after they did such an excellent job to prepare everything in the perfect way for me. This session commenced in a strange way, after we had the three wet sessions, but with the experience of my crew, we found the ideal tyre combination for the conditions, with which we were fast, so I was positive about a good outcome. Unfortunately, I was too concentrated to look at my pit board, so I missed my guys showing me to come in for several laps and then the bike stopped. Honestly, I’m disappointed about myself and feel truly sorry, but anyway, I’m confident, we can make up a lot of positions during the race.”


Marini e Baldassarri pronti per la sfida giapponese


In seguito ad una complicata sessione di qualifiche, avvenuta con mutevoli condizioni di pista, i due giovani piloti del Forward Racing Team, Luca Marini e Lorenzo Baldassarri, domani partiranno all’attacco del quindicesimo round di stagione del Campionato del Mondo Moto2 rispettivamente dalla settima e dalla decima fila in griglia di partenza presso il prestigioso Twin Ring di Motegi.

Dopo un inizio di giornata bagnato e freddo, le condizioni di pista sono mutate rapidamente, quando nel primo pomeriggio è cessata la pioggia. Marini ha dato il via alla sessione cronometrata con le gomme da bagnato, ma è stato poi uno dei primi piloti che ha optato per un cambio gomme con setup da asciutto. Tornato in pista, Marini ha incrementato progressivamente il suo ritmo giro dopo giro, senza pero mai trovarsi completamente a suo agio, a causa dei numerosi tratti bagnati in pista. Ora il giovane pesarese procederà all’analisi dei dati insieme alla sua squadra per preparare al meglio i 23 giri di gara che lo aspettano.

Nel frattempo durante le FP3, Baldassarri è stato abile nell’abbassare il suo miglior tempo rispetto alle sessioni libere di venerdì, conclusesi a soli 0.186 secondi dal suo compagno di squadra. Così come Marini, anche Baldassarri durante le qualifiche è sceso in pista con le gomme da bagnato per poi realizzare velocemente che la traiettoria di gara si stava asciugando velocemente. Quindi, anche il marchigiano ha scelto una slick sul posteriore, ma mantenendo la gomma da bagnato sull’anteriore. Questa scelta ha consentito al numero 7 di raggiungere provvisoriamente la vetta della classifica prima che iniziasse l’ultimo terzo delle qualifiche. Impossibilitato nel migliorare ulteriormente il suo tempo nelle fasi finali, Baldassarri partirà dalla decima fila in griglia di partenza.

Le luci dei semafori, del Gran Premio Motul Moto2 del Giappone, che vedrà il duo del Forward Racing Team altamente motivato nel dare una svolta al fine settimana, si spegneranno domani alle ore 12.20 ora locale (5.20 ora Italiana).


Luca Marini_NEW.jpeg

Luca Marini – 21° (1:56.300)

“Per trovare il lato positivo posso dire che anche oggi abbiamo imparato qualcosa di nuovo. Ovviamente la posizione ottenuta non è quella che ci aspettavamo, soprattutto perché sono sicuro che avremmo potuto raccogliere un risultato migliore e chiudere la giornata più vicino alla testa della classifica, se solo la pista fosse stata completamente asciutta o totalmente bagnata. Ho avuto bisogno di un po’ tempo per abituarmi alle condizioni miste, e sfortunatamente gli altri hanno rischiato di più di me. In ogni caso la gara è domani. Inoltre abbiamo raccolto molti dati utili quindi ora i ragazzi potranno preparare la moto nel miglior modo possibile. Non ci preoccupa il tempo previsto per domenica, siamo pronti per dar prova di un grande recupero.”


Lorenzo Baldassarri_NEW.jpeg

Lorenzo Baldassarri – 30° (1:58.961)

“Prima di tutto devo dire che sono davvero dispiaciuto per la squadra e per l’intero team. Non riesco ad esprimere come mi senta, dopo l’eccellente lavoro che abbiamo svolto per preparare tutto al meglio. Questa sessione è iniziata in maniera strana dopo tre sessioni sul bagnato, ma grazie all’esperienza del mio team, abbiamo adattato la nostra strategia ai continui cambiamenti delle condizioni meteorologiche, trovando la combinazione di pneumatici più performante e per questo ero positivo nel pensare già ad un buon risultato. Sfortunatamente, ero molto concentrato sulla mia guida e non ho visto i ragazzi che per diversi giri mi segnalavano con la lavagna il rientro ai box, per questo la moto si è fermata. Sono onestamente deluso e sinceramente dispiaciuto, ma in ogni caso fiducioso, che domani potremo riguadagnare innumerevoli posizioni durante la gara.”