Forward Racing Team's Lorenzo Baldassarri displayed a fantastic remount under the pouring rain in Japan, while Luca Marini was unlucky to finish the 15th round of the 2017 Moto2 World Championship season prematurely.

Due to oil around the 4.801-kilometer track, the procedures on Sunday were delayed, which resulted in a shortened warm up session, plus a new race start at 13.00 local time with a distance of just 15 laps instead of 23.

Anyway, the changed schedule didn’t hamper Baldassarri to show a good performance in the morning session as he placed himself well in ninth. For the race, he snatched an incredible launch off the line from 30th on the grid and was able to pass ten competitors in just the course of the first lap to find himself quickly in 20th spot, before continuing his impressive comeback. In the second lap, the Italian was already in 14th and soon started to fight with the championship leaders. He left even more riders behind and finally saw the chequered flag in a fabulous tenth position.

Marini on the other hand, was able to quickly restore his feeling from FP3 on wet tarmac. By the end of the 15 minutes warm up he grabbed eight place, finishing less than one second behind the top. When the lights went out in the pouring rain, the 20-year old kicked off his hunt for glory in a positive fashion, starting from the seventh row, although he had the difficult task to find his way through the spray of the riders in front of him. After he had already recovered several positions, he unfortunately slipped away in turn 14 during the second lap.

In just three days’ time the Forward Racing Team already arrives in Phillip Island, where the Australian GP, the second of the flyaway triple kicks off on Friday.


Lorenzo Baldassarri_NEW.jpeg

Lorenzo Baldassarri - 10th (+14.310)
“Honestly, I’m truly happy about today’s race. For the first laps, I wanted to stay cautious to not commit any mistakes, as there was really plenty of water everywhere and the vision was very low. But despite of that, I was already quite fast and lap by lap I gained more confidence to find my rhythm and make my way up to tenth. At that point, the rear grip dropped and I couldn’t attack again, because my feeling wasn’t just quite the same anymore. In any case, I'm pleased, we needed this result, not just for me, but especially for my guys, who worked really hard this weekend. Now, I hope we can continue this line and move even forward in the upcoming races to fight for the top positions again.”


Luca Marini_NEW.jpeg

Luca Marini - DNF
“I have to admit, that I’m really sorry and disappointed about the end of this weekend. This fall came unexpected and apparently, luck was just not on our side. I sincerely don’t know what happened, I was doing well, the feeling on the wet was good and I didn’t feel like I had made any mistakes. I’m relieved, that the next race is just around the corner, as I quickly want to forget about this result and proof, what I’m capable of. Our main goal for Australia will be to stay in the saddle, trying to get rid of this misfortune, that seems to have followed us even to Japan.”


Giovanni Cuzari.png

Giovanni Cuzari - Team Owner
“We leave the land of rising sun with a bittersweet taste in our mouths. After Lorenzo clearly has been far behind expectations yesterday, he truly improved on his qualifying result with this race. Overall, he made up 20 positions, which is incredible, especially in these very tricky conditions. Therefore, we’re satisfied to take not only some points away, but particularly that we’re back inside the top 10, which is an encouraging sign for the upcoming rounds in Australia and Malaysia. On the other hand, Luca wasn’t able to turn around his Japanese experience today. He took the gamble in qualifying to go out with slick tyres straight away, a decision, which had not payed off, so he had to commence his challenge from the middle of the field. Maybe he was a bit too keen to do well in order to recover, which might have caused the mistake. However, we have to look ahead to the next rounds, as there’s luckily not much time for regret and be well prepared in order to perform better in Australia. I want to thank everybody for the hard work this weekend and our sponsors for their support. ”


Baldassarri ritorna nella Top10 sul bagnato di Motegi


Il pilota del Forward Racing Team Lorenzo Baldassarri torna nella Top10 sotto la pioggia di Motegi, mentre Luca Marini chiude anzitempo il quindicesimo round del Campionato del Mondo Moto2.
 
A causa di una perdita d’olio sui 4.801 metri del tracciato, le attività in pista della domenica sono state ritardate, fattore che ha portato ad un warm up ridotto e ad una gara posticipata alle 13.00, ora locale, di 15 giri anziché dei 23 previsti da programma.
 
In ogni caso la modifica del programma non ha ostacolato Baldassarri nel dar prova di una buona prestazione nella sessione mattutina dov’è si è ben piazzato, portando a casa una nona posizione. Al via della gara, il talentoso numero 7 è scattato immediatamente all’attacco dalla trentesima casella della griglia ed è riuscito a superare ben dieci avversari nel corso di un’incredibile ed emozionante primo giro, per trovarsi rapidamente al ventesimo posto prima di continuare la sua impressionante rimonta. Durante il secondo giro, il marchigiano era già in quattordicesima posizione ed ha cominciato presto a combattere con i protagonisti del campionato. Nel proseguo di gara si è lasciato alle spalle altri piloti, passando sotto la bandiera a scacchi in decima posizione.
 
Dall’altro lato Marini ha subito trovato il feeling stabilito nelle FP3 su asfalto bagnato. Al termine del warm up ha conquistato l’ottava posizione finendo a meno di un secondo dalla vetta della classifica. Quando, sotto la pioggia giapponese, si sono spenti i semafori della gara di Moto2, il ventenne è scattato bene dalla settima fila, nonostante la scarsa visibilità causata dall’acqua nebulizzata dai piloti davanti a lui. Dopo aver guadagnato alcune posizioni, il numero 10, sfortunatamente, è scivolato alla curva 14 del secondo giro.
 
Tra appena tre giorni il Forward Racing Team arriverà a Phillip Island dove avrà luogo il Gran Premio d’Australia, il secondo appuntamento del trittico oltreoceano.


Lorenzo Baldassarri_NEW.jpeg

Lorenzo Baldassarri - 10° (+14.310)
“Sono davvero soddisfatto della rimonta di oggi. Durante i primi passaggi ho preferito essere cauto per non commettere errori nonostante mi sentissi a mio agio, perché in pista c’era davvero tantissima acqua e la visuale era scarsa. Nonostante ciò ero abbastanza veloce e giro dopo giro ho preso confidenza e ho stabilito il mio ritmo arrivando fino alla decima posizione. A quel punto è calato il grip sul posteriore e non ho più potuto attaccare. In ogni caso sono davvero contento, avevamo bisogno di questo risultato, oltre che per me anche per i ragazzi della squadra che hanno lavorato benissimo per tutto il fine settimana. Ora cerchiamo di continuare su questa linea e fare passi in avanti nelle prossime gare per arrivare davvero a combattere con i più veloci.”


Luca Marini_NEW.jpeg

Luca Marini - DNF
“Sono veramente dispiaciuto e arrabbiato per come si è concluso questo week end. Una caduta inaspettata che proprio non ci voleva. La fortuna non è stata dalla nostra parte. Non so bene cosa sia successo, stavo andando bene, il feeling sul bagnato era buono e non mi è sembrato di aver commesso alcun errore. Sono sollevato perché la prossima gara è dietro l’angolo, tra pochi giorni tornerò in pista per dimostrare il mio vero potenziale. L’obiettivo per l’Australia rimarrà quello di guadagnare più punti possibili e riavvicinarci il più possibile alla Top10 nella classifica generale.”


Giovanni Cuzari.png

Giovanni Cuzari - Team Owner
“Lasciamo la terra dove sorge il sole con un sapore agrodolce in bocca. Dopo che Lorenzo ieri in qualifica sia stato ben lontano dalle aspettative, oggi si è migliorato molto. Nel complesso, durante la gara, ha infatti guadagnato 20 posizioni, cosa che è effettivamente stupefacente considerate le difficili condizioni presentatesi oggi sul tracciato giapponese. Pertanto, siamo soddisfatti non solo di portare a casa punti, ma sopratutto perché siamo tornati nella Top10, segno incoraggiante in vista delle prossime gare in Australia e in Malesia. Allo stesso tempo, però, oggi Luca non è stato in grado di dare una svolta al suo Gran Premio del Giappone. In qualifica, il rischio di voler scendere in pista molto presto con le slick, è stata una decisione che non lo ha ripagato e lo ha costretto a iniziare la sua gara dalla metà dello schieramento in griglia. Forse il desiderio nel voler recuperare e far bene è stato la causa dell’errore commesso. In ogni caso ora pensiamo ai prossimi appuntamenti, non c’e tempo da perdere per essere pronti per la tappa australiana. Voglio ringraziare tutti per il lavoro svolto durante questo week end e tutti i nostri sponsor per il loro costante supporto.”