Today, a mix of sunshine, rain and wind delivered tricky circumstances for the qualifying day ahead of the Australian Grand Prix. With limited practice time and not ideal physical conditions, the Forward Racing Team flag holders, Lorenzo Baldassarri and Luca Marini tried to pull out their maximum effort to finally commence the 16th round of the season from 7th and 10th row on the grid, equally to their starting numbers.

 

Baldassarri initially found a good feeling on his favorite track, but was hampered in his progress by a few incidents over the course of the weekend. This morning the 20-year-old went down in turn four during the third free practice session and dislocated his right shoulder. After having been treated by the medical staff on track, Baldassarri was back on his Kalex this afternoon for the all-important qualifying practice.  The promising Italian delivered a stunning performance in the ultra-competitive Moto2 World Championship field to conclude his day just over a second away from the top 5.

 

On the other side of the Forward Racing Team garage, Marini was released from hospital yesterday night, following a series of checks which revealed no serious injury on his neck and head. Still suffering from his bruises, he grit his teeth to return to the track for this mornings' FP3 and completed 17 laps during the timed session in the afternoon, although the qualifying was interrupted by rain. Now he faces the hard challenge to find a way back to the front in tomorrow's 25 laps race, which commences at 14.20 local time (5.20 CET) on Sunday.


Lorenzo Baldassarri_NEW.jpeg

Lorenzo Baldassarri - 19th (1’34.730)
“This has been a hard day in the office, as it began with a crash and a lot of pain in my shoulder. Anyway, for the qualifying I was ready again, but had to start from scratch in order to increase my rhythm again. With the rain during the first minutes, we lost some time, but when we eventually went out with the new slick, my sensations got better and better with each lap. In both, turn one and eight I was struggling and my corner speed was quite low, also compared to yesterday, as the wind was pushing me towards the outside, yet in the end we were quite close to the front. I’m happy that I was able to be back on the bike this afternoon and pleased, that my shoulder didn’t feel too bad. Therefore, I want to thank the medical staff on track. I have a good feeling for tomorrow’s race and finally I also want to say a huge thank you to my guys, who did a great job this weekend. Now I hope I can get a good result for them in the race.”


Luca Marini_NEW.jpeg

Luca Marini - 30th (1’36.219)
“Honestly, there is not much to say today, because after what happened yesterday and considering my physical condition we did not expect too much. However, we have tried to give our best and above all to collect information for the future. Of course, also the ever-changing weather did not help us in any way, but it was important to keep calm and to not make any mistakes in order to re-gain as much confidence as possible. For tomorrow, my goal is to enjoy riding and to recover as many positions as possible. I believe we still can be confident, as we don’t know which condition we have to expect for the race and if it's wet, the pack will be reshuffled, even if I'm aware that it won’t be easy. I would like to thank my team for the hard work this weekend and also all the staff of the Mobile Clinic, who is doing its best to enable me to continue riding.”


Baldassarri e Marini pronti per dura sfida australiana


Durante la giornata di qualifiche odierne del Gran Premio d’Australia, un mix di sole, pioggia e vento hanno creato delle condizioni di pista complesse sul circuito di Philip Island. Circostanze che non hanno facilitato i due portabandiera del Forward Racing Team, Lorenzo Baldassarri e Luca Marini, ben lontani dalle propri condizioni fisiche migliori. Nonostante ciò i due piloti hanno dato il loro meglio e inizieranno così il sedicesimo round di stagione rispettivamente dalla settima e dalla decima fila in griglia di partenza, proprio come i loro numeri di gara.
 
Baldassarri inizialmente ha trovato un buon feeling sul suo tracciato preferito, ma è stato ostacolato nei suoi progressi da alcuni inconvenienti. Questa mattina, durante la terza ed ultima sessione di prove libere è caduto alla curva quattro, dislocandosi la spalla destra. Il ventenne ha comunque potuto tornare in sella nel pomeriggio grazie ai trattamenti dello staff medico della Clinica Mobile, mostrando un’incredibile prestazione nell’ultra competitiva classifica del Campionato del Mondo Moto2, concludendo la sua giornata a poco piu di un secondo dalla Top5.
 
Dall’altro lato del box del Forward Racing Team, Marini è stato rilasciato dall’ospedale ieri sera in seguito ad una serie di accertamenti che fortunatamente non hanno evidenziato alcun serio danno al collo e alla testa. Nonostante il dolore persistente causato dalle contusioni riportate, il pesarese ha stretto i denti per tornare in pista per le FP3 mattutine, registrando anche 17 giri durante la sessione cronometrata del pomeriggio, sebbene le qualifiche siano state interrotte a causa della pioggia.
 
Ora la sfida sarà quella di trovare il miglior modo per riguadagnare il maggior numero di posizioni durante i 25 giri di gara di domani, che vedranno i semafori spegnersi alle ore 14.20 ora locale (5.20 CET).


Lorenzo Baldassarri_NEW.jpeg

Lorenzo Baldassarri - 19° (1:34.730)
“La giornata di oggi non è iniziata nel migliore dei modi a causa della forte caduta durante le FP3, ma devo ringraziare la mia squadra e anche i medici per l’ottimo lavoro svolto. Sono molto contento perché oggi pomeriggio ho potuto tornare in sella e devo dire che sono rimasto positivamente sorpreso da come mi sentivo, nonostante il forte dolore alla spalla. Le condizioni meteorologiche di certo non ci hanno aiutato perché l’inizio dalla qualifica e’ coinciso anche con ritorno della pioggia, quindi sono dovuto tornare subito nel box per cambiare dalle slicks alle gomme da bagnato per poi fare nuovo il cambio inverso solo pochissimi giri dopo. Finalmente poi ho potuto completare alcuni giri consecutivi che mi hanno permesso di ritrovare il feeling con la Kalex. Purtroppo ho sofferto parecchio nelle curve uno e otto che avevano una velocità di percorrenza molto più bassa, anche in confronto a ieri, per il forte vento che mi spingeva verso l’esterno, ma per il resto della pista mi sentivo piuttosto competitivo. Ovviamente partire dalla diciannovesima posizione domani non ci da un compito facile, però spero comunque di portare a casa un buon risultato.”


Luca Marini_NEW.jpeg

Luca Marini - 30° (1:36.219)
“Onestamente oggi non c’è molto da dire, perché dopo quello che è successo ieri e considerando la mia condizione fisica non ci aspettavamo molto. Abbiamo comunque provato a fare del nostro meglio e soprattutto a raccogliere informazioni per il futuro. Naturalmente, anche il meteo, che cambiava costantemente, non ci ha aiutato in nessuna modo, ma è stato importante mantenere la calma e non fare errori per riacquisire più confidenza possibile. Per domani il mio obiettivo è quello di divertirmi e di recuperare il maggior numero di posizioni possibili. Credo che non sia ancora tutto perso, perché non sappiamo che tempo ci aspetta in gara e nel caso in cui fosse bagnato, tutte le carte in tavola possono cambiare anche se sono consapevole che non sarà di certo facile. Vorrei ringraziare il mio team per il duro lavoro fatto durante questo weekend and anche tutto lo staff della Clinica Mobile che sta facendo del suo meglio per permettermi di continuare a girare.”