The Sachsenring welcomed the Forward Racing Team as well as the entire MotoGP paddock with changing weather and a new asphalt for the ninth round of the 2017 Moto2 Championship. For Luca Marini, the unique track layout represents a tough challenge due to his ongoing injury sustained in Le Mans, while Lorenzo Baldassarri's replacement rider Federico Fuligni made his first steps at the 3.671-kilometer-long circuit.
 
Marini, who sits in ninth place of the overall standings, did a brave start into the final round before the summer break to complete 34 laps over the course of FP1 and FP2. Still suffering from pain in his left shoulder the young Italian fought hard during the first session of the day, which took place in dry conditions and even improved by half a second during the following practice, yet without taking unnecessary risks.
 
On the other side of the Forward Racing Team garage, Fuligni, who jumped in place for injured Baldassarri, lapped the difficult German track for the first time ever and improved with every exit. The 22-year-old, who usual competes in the FIM CEV Moto2 European Championship with the Forward Racing's Junior Team, did well to progress steadily and finally ended the day after 40 laps with a lot of data to analyze and improve further tomorrow.
 
With rain to be expected on the second day of action at the German GP, Marini and Fuligni will start their final preparations at 11.05 local time tomorrow, before they fight for the best positions on the starting grid for the ninth round of the season commences at 15.05 on Saturday afternoon.


Luca Marini - 23rd (1’26.653)
“Overall, this first practice day wasn’t the best for me. I quite like the track, but this complex layout is really demanding, especially for my physical issue as it requires a great effort on the left side of the body, which increased my difficulties today. Therefore, I had to balance my power and tried to be cautious, principally with regard to the qualifying tomorrow. In any case, we are working well on the setup. We’ll see how it will be tomorrow, as always, we strive to give the best and collect as many data as possible on this technical track. Tomorrow the weather should be rainy, so let’s see what we can achieve.”


Federico Fuligni - 32nd (1’28.650)
“This is my first time here at the Sachsenring. I’ve never seen this track before and it’s very tricky, because there are many blind corners and if you catch a wrong line in the first part of the corner, you carry it all the way to the end and lose a lot of time. Overall, I feel really good with Lorenzo’s crew and try to improve step by step. I’m very sorry, because at the end I made a mistake on one of the bumps and I lost the front. For tomorrow, I’ll reset and try to improve again.”                       


Marini e Fuligni iniziano la preparazione per il GP di Germania


Oggi il Forward Racing Team e l’intero paddock del Campionato del Mondo MotoGP, accolti da un cielo piovoso, hanno ricevuto il benvenuto dal riasfaltato circuito del Sachsenring, in vista del week end che ospiterà il nono appuntamento di stagione. Per Luca Marini questo Gran Premio rappresenterà una dura sfida in seguito all’infortunio di Le Mans, mentre per il sostituto di Lorenzo Baldassari, il bolognese Federico Fuligni, quelli di oggi sono stati i primi 3.671m percorsi su questo circuito.
 
Marini, che occupa la nona piazza nella classifica generale, ha iniziato coraggiosamente il suo fine settimana di gara, l’ultimo prima della pausa estiva, registrando 34 giri nel corso delle due sessioni di prove libere. Nonostante il dolore persistente alla spalla, il giovane numero 10 ha stretto i denti durante le FP1, avvenute su asfalto asciutto, migliorando poi di mezzo secondo durante il turno pomeridiano, ma sempre evitando rischi inutili.
 
Dall’altro lato del box del Forward Racing Team, Federico Fuligni, arrivato al GP di Germania come sostituto dell'infortunato Lorenzo Baldassari, ha corso oggi per la prima volta sul complesso circuito tedesco, migliorandosi ad ogni singola uscita. Il ventiduenne, che partecipa nel Campionato Europeo FIM CEV Moto2 per il Forward Racing's Junior Team, ha lavorato bene facendo continui progressi e concludendo la sua giornata dopo 40 giri. Fuligni ha utilizzato il prezioso tempo in pista per raccogliere numerosi dati, che dopo un’attenta analisi gli permetteranno di fare ulteriori passi in avanti durante la giornata di domani.
 
Il secondo giorno di azione al Sachsenring, previsto sotto un cielo piovoso, alzerà il sipario a Marini e Fuligni per l’ultima sessione di prove libere alle ore 11:05. La battaglia per la conquista delle posizioni migliori in griglia di partenza del nono appuntamento di stagione, inizierà invece alle ore 15.05.


Luca Marini - 23° (1:26.653)
“Questa prima giornata di prove libere non è stata delle migliori per me. Sapevo che mi avrebbe fatto male la spalla e per questo ho dovuto bilanciare l’uso delle forze ed essere prudente, soprattutto in vista delle qualifiche di domani. Il layout del tracciato ha effettivamente evidenziato il mio problema fisico in quanto richiede un grande sforzo della parte sinistra del corpo, e questo ha aumentato le mie difficoltà nella giornata di oggi. Sicuramente anche le condizioni del tempo così incerte non mi hanno aiutato, ma in ogni caso stiamo lavorando bene sul setup. Vedremo come andrà domani, ci impegneremo per dare il nostro meglio.”


Federico Fuligni - 32° (1:28.650)
“Questa è la mia prima volta al Sachsenring, non avevo mai guidato qui e devo dire che la pista è abbastanza complicata perché è un circuito che richiede tanto impegno, ci sono molte curve ceche e consecutive e se non si prende la giusta linea dalla prima curva, si rischia di sbagliare tutto e di perdere molto tempo.  In ogni caso con il team abbiamo cercato di migliorare poco a poco, abbiamo studiato le varie traiettorie e devo dire che mi sto trovando davvero bene. Sono però un po’ dispiaciuto perché durante il secondo turno, quando stavo prendendo confidenza con il tracciato, sono scivolato a causa di una buca ed è stato un peccato. Domani ci concentreremo per migliorare ulteriormente e non vedo l’ora di tornare in pista.”