The Forward Racing Team duo of Luca Marini and Lorenzo Baldassarri commenced the eleventh round of the 2017 Moto2 World Championship season today with a solid speed and following a smart working schedule. Following the Czech GP last weekend, the Austrian round got underway in similar changing weather conditions, which dictated the first free practice this morning, before the sky cleared up for the second session later in the day.
 
Marini continued his great form from Brno already on his first laps in FP1, before a brief rain shower affected the morning session, but gave the whole field the chance to test the unique circuit in Spielberg on wet tarmac. Yet, the 20-year old did some crucial laps during the sunny and dry afternoon practice, finishing with just seven tenths from the top. Thereby Marini and his crew opted for the harder tyre option.
 
At the same time, Baldassarri, who is still affected by his injury from the Dutch GP earlier in the year, was a bit more cautious in the morning, before he worked through a determined schedule FP2. The number 7 rider did an entire race distance and found some important improvements on his 2017 Kalex machine and his riding style. Baldassarri ended day one just 1.3 seconds behind the front in the incredibly competitive intermediate category.
 
Tomorrow at 10.55 local time Forward Racing Team’s Marini and Baldassarri head into the third and last practice, before the qualifying at 15.05 decides about the starting grid of the second race after the summer break.


Luca Marini - 13th (1’30.921)
“Today was a positive day, because we commenced with the good feeling we already had in Brno, which is important, although this track is completely different. We initiated with a good base, but still have to work on some details, especially on the rear. In dry conditions, we can for sure do a good qualifying. My position doesn’t reflect our real potential, as I didn’t use the softer tyre, while all the others went out with this compound. For tomorrow, I think that we can be close to the front again.”


Lorenzo Baldassarri - 24th (1’31.528)
“Overall, the day was quite good. In the second practice, I felt a lot better than in the morning, because we finally had the chance to try some things, which were critical for me. We did many laps in a row and tried to rebuild the feeling with my body and the bike. I was improving lap by lap with the hard tyre at the beginning, but when we put in the softer one to lower our time even more, I was struggling a bit. For tomorrow, we are ready and eager to continue working like this.”


Marini e Baldassarri danno il via al Gran Premio austriaco


I due portacolori targati Forward Racing Team hanno dato il via oggi al loro undicesimo appuntamento nel Campionato del Mondo Moto2, dimostrando un costante miglioramento dei tempi. In seguito al Gran Premio della Repubblica Ceca dello scorso fine settimana, questa prima giornata austriaca ha portato con se un meteo incerto. Questo venerdì ha presentato un tempo oscillante tra la pioggia e il sole durante FP1 di questa mattina, prima che le nuvole lasciassero spazio ad un cielo limpido per la seconda sessione di prove libere.
 
Marini, in gran forma e forte del buonissimo week end di Brno, ha iniziato il suo percorso già dalle FP1, prima che una forte pioggia sorprendesse i piloti in pista. Il giovane pesarese ha sfruttato l’asfalto bagnato per testare il suo feeling sul particolare layout del Red Bull Ring. Il ventenne ha poi registrato dei giri veloci durante le asciutte e soleggiate FP2, concludendo il suo primo giorno in Austria a soli sette decimi dalla testa della classifica. Al fine di essere nelle migliori condizioni in vista delle prossime giornate, Marini, in accordo con la sua squadra, ha optato unicamente per l’utilizzo della gomma dura.
 
Nel frattempo, Baldassarri, che ancora risente delle conseguenze dell’incidente avvenuto ad Assen, ha preferito essere cauto nelle FP1, per poi portar a termine il suo ambizioso programma prestabilito per le FP2. Il numero sette ha coperto l’intera distanza di gara migliorandosi in sella, incrementando il feeling e lo stile di guida con la sua Kalex 2017. Il giovane marchigiano ha chiuso la sua prima giornata al Red Bull Ring a solo 1.3 secondi dalla cima della classifica di questa incredibilmente competitiva categoria intermedia che è la Moto2.
 
Domani alle ore 10.55 la coppia del Forward Team, Marini-Baldassarri, parteciperà alla terza ed ultima sessione di prove libere prima delle attesissime qualifiche che si terranno alle ore 15.05 e che stabiliranno l’ordine di partenza per la seconda gara dopo la pausa estiva.


Luca Marini - 13° (1:30.921)
“Questa giornata di apertura qui in Austria è stata davvero positiva, siamo ripartiti con una buona base di setup della moto, nonostante il tracciato sia molto diverso da quello di Brno. Domani dovremo fare solo qualche piccolo aggiustamento, soprattutto sul posteriore. Il feeling è già ottimo e mi sento bene in sella. Oggi è solo venerdì e quindi ho ancora margine di miglioramento in vista di domenica. Era importante approfittare di ogni momento in pista già dalle prove libere di oggi e così abbiamo fatto, soprattutto dopo l’ottimo week end a Brno. Le previsioni per domani sono buone, quindi spero di poter fare una buona sessione di qualifiche. Il risultato di oggi non rispecchia appieno il mio reale potenziale, in quanto io non ho usato la gomma morbida, la userò solo domani e penso che questo mi aiuterà ad abbassare ulteriormente il mio tempo.” 


Lorenzo Baldassarri - 24° (1:31.528)
 “Oggi chiudo questa giornata con un bilancio abbastanza buono. Se nel primo turno di prove libere non ho girato molto, posso dire che invece le FP2 sono state interessanti: nella prima metà del turno ho usato la gomma dura, ho fatto diversi giri per migliorare il feeling e trovare sempre più il mio equilibrio in sella per essere ad ogni giro più competitivo e veloce. Oggi ho lavorato anche sullo stile di guida, visto che in questo circuito ci sono molte curve a destra e per me non è facile, però sto prendendo il ritmo. Con la gomma morbida che abbiamo messo a fine turno è stato più complesso e non mi sono trovato a mio agio. Domani sicuramente non si ripresenterà questo inconveniente. Domani proseguiremo su questa strada cercando di migliorarci sempre più e togliere il maggior numero di decimi di gap e fare un buon turno di qualifica.”