Il team MV Agusta Idealavoro Forward Racing è tornato oggi sul caldo circuito di Termas de Río Hondo (Argentina), per il secondo round della stagione 2019. Dopo aver diminuito notevolmente il gap con il gruppo di testa durante le due giornate di prove libere e qualifiche, la squadra ha potuto raccogliere ancora più dati in vista della gara del Texas.

Dominique Aegerter, partito dalla settima fila, ha condotto una gara in rimonta e che lo ha visto recuperare ben 7 posizioni, arrivando fino al 13esimo posto e quindi in zona punti. Una scivolata a due curve dalla fine ha purtroppo rovinato la sua corsa al coronamento dell’importante risultato. Riprendendo la gara è riuscito a passare la bandiera a scacchi in 20a posizione.

Stefano Manzi, partito a sua volta dall’ottava fila, dopo un warm-up che lo ha portato a soli 9 decimi dalla vetta, è riuscito a fare una buona partenza in gara, che gli ha permesso di recuperare ben 5 posizioni prima di cadere a causa di un contatto con un altro pilota, successivamente ad una staccata al limite. Al centro medico, il dottore ha rilevato un’infrazione del radio distale del polso destro senza apparenti fratture. A seconda del dolore dei prossimi giorni Manzi potrebbe dover essere sottoposto ad ulteriori accertamenti.

Nonostante il risultato finale il team è positivo. La gara di Dominique e l’intero lavoro svolto durante il fine settimana, hanno dimostrato che la direzione intrapresa è quella giusta. I piloti e la squadra sono già proiettati alla prossima tappa del Mondiale Moto2 in Texas (Stati Uniti) il week-end del 12, 13 e 14 aprile.

The MV Agusta Idealavoro Forward Racing team leaves Argentina with a sour taste, but with a great desire to redeem itself.

The MV Augusta Idealavoro Forward Racing Team is back today on the hot track of Termas de Río Hondo (Argentina), for the second round of the 2019 season. After having considerably reduced the gap with the leading group during the two days of free practice and qualifying, the team has been able to collect even more data in view of the race in Texas.

Dominique Aegerter, who started from the seventh row, managed a comeback race that saw him recover 7 positions, reaching the 13th place and being in the points area. A crash at two corners from the end has unfortunately ruined his race to the crown of the important result. He resumed the race and managed to move into 20th position under the checkered flag

Stefano Manzi, who started from the eighth row, after a warm-up that took him just 9 tenths from the top, managed to make a good start in the race, which allowed him to gain 5 positions before crashing due to a contact with another rider, after a braking at the limit. At the medical center, the doctor detected an infraction of the distal radius of the right wrist without apparent fractures. Depending on the pain of the next few days, Manzi may have to be subjected to further examination.

Despite the final result the team is positive. The race of Dominique and the entire job made during the weekend, have proved that the direction taken is the right one. The riders and the team are already looking forward to the next round of the Moto2 World Championship in Texas (United States) on the weekend of 12, 13 and 14 April.


Aegerter.jpg

Dominique Aegerter – rider P20 +56.934

“Quando è iniziato il week-end abbiamo capito che avevamo fatto dei passi avanti. Partendo dalle prove fino alla gara sono stato più vicino ai primi rispetto che in Qatar. Oggi ho finalmente combattuto a punti e non ho perso molto rispetto al gruppo di testa; questo era uno dei nostri goal. Se non fossi caduto alle ultime curve probabilmente avrei finito la gara 13esimo a 16 secondi dal primo quindi con meno 10 secondi rispetto alla prima gara e questo è sicuramente positivo. Ho spinto molto e dato il mio 100% e purtroppo ho commesso un errore mentre cercavo il mio limite. Mi dispiace per il risultato non coronato e per il team che ha lavorato davvero intensamente tutto il week-end per darmi una moto sempre migliore, ma garantisco che continuerò a mia volta a lavorare duramente per riportare MV Agusta e la squadra al top”.

“When the weekend started, we knew that we had made progress. Starting from the practice to the race I was closer to the front than in Qatar. Today I finally fought for points and I didn't lose a lot compared to the front group; this was one of our goals. If I would not have crashed in the last corners, I would probably finish the race in 13th place at 16 seconds from the first so with less than 10 seconds distance in comparison to the first race and this is definitely positive. I pushed a lot and gave my 100% but unfortunately, I committed a mistake while I was looking for my limit. I am sorry for the unrealized result and for the team that has worked really hard the entire weekend to give me a better bike, but I guarantee that I will continue to work hard to get back MV Agusta and the team to the top”.


Manzi.jpg

Stefano Manzi – rider DNF

“È stata una caduta abbastanza stupida perché ero nel primo giro lanciato, ma purtroppo per superare gli altri piloti ho dovuto azzardare una staccata un po’ brusca per recuperare più tempo possibile e siccome non ero di fianco, ma dietro, l’altro pilota non mi ha visto e ha chiuso la curva. Quando sono rientrato non ho fatto a tempo a fermarmi e c’è stato un contatto. Ho avuto una brutta caduta ma per fortuna sto abbastanza bene. Ora vediamo di rimetterci al meglio per la gara di Austin”.

“It was a pretty stupid crash because I was in the first lap launched, but unfortunately to pass another rider I had to hazard a braking a little bit hard to save as much time as possible and since I was not on the side, but behind him, the other rider didn't see me and closed the turn. When I got back, I didn't have time to stop and there was a contact. I had a bad crash but luckily, I'm pretty well. Now let's get back to work for the race in Austin”.


MK2.jpg

Milena Koerner – Team Manager

“Finale deludente per il week-end che è stato, in quanto non siamo riusciti a raccogliere i frutti del buon lavoro svolto nei due giorni passati. In confronto al Qatar le sensazioni erano molto positive, in quanto siamo riusciti a diminuire notevolmente il gap con i primi sia in prova che sulla distanza gara. Dominique ha fatto davvero una bella gara battagliando per la 12esima posizione, ma purtroppo all’ultimo giro ha commesso un piccolo errore perché non voleva arrendersi e perdere la posizione. È un grande dispiacere perché ci sarebbe davvero piaciuto portare a casa questo risultato all’appena seconda gara della nostra giovane MV Agusta F2. Non ci scoraggiamo e ritenteremo sicuramente ad Austin tra due settimane. Dall’altra parte Stefano, che aveva iniziato il fine settimana un po’ in salita, ha lavorato duramente per chiudere il gap che aveva con il suo compagno di squadra. Tutti e due comunque hanno fatto un’ottima partenza ed erano inizialmente entrambi tra la 15esima e la 16esima posizione, poi purtroppo Stefano è caduto procurandosi una lesione del radio distale del polso destro e nei prossimi giorni dovrà sicuramente fare degli ulteriori accertamenti per capire se vi siano fratture. Confidiamo che sarà in condizione per il Gran Premio di Austin e che potremo rifarci del risultato odierno”.

"A disappointing ending for the weekend, as we have not been able to reap the fruits of the good work done in the past two days. Compared to Qatar the feeling was very positive, as we were able to considerably reduce the gap with the leading group both in practice and on the distance race. Dominique did a really good job fighting for 12th position, but unfortunately on the last lap he committed a small mistake because he didn't want to give up and lose the position. It's a great disappointment because we would really like to have this result at the second race of our new born MV Agusta F2. We won't be discouraged and we will certainly try again in Austin in two weeks. On the other side Stefano, who had started the weekend a bit uphill, worked hard to close the gap he had with his team-mate. Both of them made a good start and they were initially both between 15th and 16th position, then unfortunately Stefano crashed causing a lesion of the distal radius of his right wrist and in the next few days he will certainly have to make further examinations to find out if there are any fractures. We are confident that he will be in good shape for the Grand Prix of Austin and that we can make up for today's result".