La calda domenica spagnola ha inaugurato la prima gara Europea del Campionato del Mondo Moto2 sulla pista recentemente intitolata ad Angel Nieto presso il circuito di Jerez de la Frontera. 

I piloti del Forward Racing Team hanno confermando i continui miglioramenti delle loro prestazioni. Stefano Manzi, dopo un’ottima partenza ha recuperato ben sei posizioni raggiungendo la 15a posizione. Un malaugurato contatto con il pilota spagnolo Barberà, gli ha fatto perdere il vantaggio acquisito fino a quel momento. Dopo otto giri, però, nel tentativo di tornare in zona punti, al giovane riminese si è chiuso l’anteriore entrando in una curva e ciò ha causato la conseguente caduta ed il prematuro ritiro. Dall’altro lato del box, anche Eric Granado ha dovuto confrontarsi, a sua volta, con una sfortunata caduta proprio nei primi giri di gara. Un grande peccato, in quanto il giovane brasiliano, in partenza, era riuscito a portare la sua Suter MMX2 dalla 28a fino alla 22a posizione.


unnamed-1.jpg

STEFANO MANZI - DNF

“Innanzitutto vorrei dire che sono realmente dispiaciuto per tutti noi e per i nostri sponsor di questo risultato. Durante il week-end abbiamo provato a percorrere diverse strade, ma non siamo ancora riusciti a trovare la miglior soluzione per il setting della mia moto. Nella prima parte di gara sono partito bene, arrivando fino alla zona punti. Sfortunatamente in seguito ho avuto un contatto con Barberà e lì ho perso cinque posizioni. Non mi sono arreso e ho dato il massimo per recuperare il più possibile, ma in una curva mi si è chiuso l'anteriore e sono uscito di pista. È un peccato, ma spero di iniziare il prima possibile a raccogliere punti per il Campionato. Continueremo a lavorare intensamente in previsione della prossima tappa a Le Mans”.


unnamed-2.jpg

ERIC GRANADO - DNF

“Il week-end è stato davvero altalenante. Il feeling nel complesso era buono, con la moto sto prendendo maggior confidenza e mi sento più a mio agio; purtroppo però i punti su cui lavorare e da migliorare sono ancora tanti, soprattutto le entrate in curva, che più mi causano difficoltà e che sono state la causa delle quattro cadute di questo week-end. Sono dispiaciuto perché facendo pochi giri abbiamo poco materiale da poter analizzare e questo rende tutto un po’ più complesso. In ogni caso ora continueremo a lavorare in vista del prossimo GP, dove proveremo ulteriori aggiustamenti. Siamo fiduciosi di poter trovare la migliore soluzione per me e per il mio stile di guida sulla Suter”.


WhatsApp Image 2018-04-21 at 23.48.44.jpeg

GIOVANNI CUZARI - CEO Forward Racing Team

“Speravamo di poter condurre diversamente questo primo GP in Europa, ma purtroppo il risultato non mostra i progressi che sono stati fatti in questa prima parte di stagione. Stefano ha fatto ancora una volta una buona partenza portandosi subito in zona punti e in un gruppo che arrivava fino alla quinta posizione; uno sfortunato contatto con il pilota Barberà lo ha però visto perdere posizioni. Nel tentativo di ricominciare la sua scalata è uscito fuori pista ed è stato costretto al ritiro. Eric a sua volta ha migliorato costantemente, nell’arco del week-end, i suoi tempi, ma non è ancora riuscito a trovare un buon feeling con l’anteriore, cosa che lo ha appunto tradito in gara. Subito dopo il Gp di Le Mans abbiamo già in programma dei test per continuare a lavorare sulla moto e trovare le soluzioni migliori. Sono certo che prossimamente tutto il progresso costruito fino ad oggi darà i propri frutti. Noi rimaniamo fiduciosi e positivi”.


UNLUCKY SUNDAY FOR THE FORWARD RACING TEAM'S RIDERS


The hot Spanish Sunday welcomed the first European race of the Moto2 World Championship on the track recently named to Angel Nieto at the Jerez de la Frontera circuit. 

The riders of the Forward Racing Team have confirmed the continuous improvements in their performance. Stefano Manzi, after an excellent start, recovered six positions and reached 15th. An unfortunate contact with the Spanish driver Barberà, made him lose the advantage gained so far. After eight laps, however, in an attempt to return to the points area, to the young Riminese rider closed the front end while entering a curve, and this caused the consequent fall and premature retirement. On the other side of the box, Eric Granado also had to deal with an unfortunate crash in the first laps of the race. A great pity, as the young Brazilian, at the start, had managed to bring his Suter MMX2 from 28th to 22nd position.


unnamed-1.jpg

STEFANO MANZI - DNF

“First of all, I would like to say that I am really disappointed for all of us and for our sponsors about this result. During the weekend we tried to cover several roads, but we still haven't managed to find the best solution for the setting of my bike. In the first part of the race I got off to a good start, arriving up to the points zone. Unfortunately, later on I had a contact with Barberà and there I lost five positions. I didn't give up and I did my best to recover as much as possible, but in a curve the front end closed and I went out of the track. It's a shame, but I hope to start as soon as possible to collect points for the Championship. We will continue to work hard ahead the next race at Le Mans”.

 


unnamed-2.jpg

 

ERIC GRANADO - DNF 

"The weekend was really swinging. Overall the feeling was good, I am getting more confident with the bike and I feel progressively more comfortable, but unfortunately there are still many points to work on and to improve, especially the entries in the corners, which cause me more difficulties and that have been the cause of the four crashes of this weekend. I am sorry because with few laps done we have little material to analyze and this makes it all a little more complex. In any case now we will continue to work looking for the next GP, where we will try further adjustments. We are confident that we can find the best solution for me and my driving style on the Suter".


WhatsApp Image 2018-04-21 at 23.48.44.jpeg

GIOVANNI CUZARI- CEO Forward Racing Team

"We hoped to be able to lead this first GP in Europe differently, but unfortunately the result does not show the progress that has been made in this first part of the season. Once again Stefano got off to a good start, immediately moving into the points zone and into a group that ran up to fifth; an unfortunate contact with Barberà, however, saw him lose positions. In an attempt to resume his climb, he went off the track and was forced to retire. Eric, meanwhile, constantly improved his times over the weekend, but hasn't yet managed to find a good feeling with the front rear, something that betrayed him in the race. Immediately after the Le Mans GP we have already scheduled tests to continue working on the bike and find the best solutions. I am sure that all the progress made to date will bear fruit in the near future. We remain confident and positive”.