E’ iniziato con un venerdì caldo e soleggiato il weekend del Gran Premio d’Italia, presso l’Autodromo Internazionale del Mugello.

I piloti del Forward Racing Team hanno ripreso col piglio giusto il lavoro impostato ai test di Le Mans.

Nel lato destro del box Stefano Manzi ha ricevuto risposte positive nel turno del mattino, dove ha fatto registrare il suo miglior tempo di giornata con 1’53.647, a poco più di un secondo dalla testa della classifica. Decisamente più impegnativo il turno pomeridiano, che ha visto il pilota romagnolo non riuscire a migliorarsi, a causa di alcuni inconvenienti tecnici alla sua Suter MMX2.

Nel lato sinistro, invece, Eric Granado ha fermato le lancette del cronometro a 1’54.539, miglior tempo registrato nella sessione mattutina. Anche per il pilota brasiliano le FP2 non hanno portato miglioramenti, il lavoro in ogni caso procede incessante per rosicchiare centesimi utili a scalare posizioni in graduatoria, ma soprattutto a far alzare il morale in vista dei due giorni più importanti di gara.

I motori torneranno a rombare domani mattina, con l’inizio delle FP3 fissato per le ore 10:55.


unnamed-1.jpg

Stefano Manzi – P23 (1’53.647)

“La mattina è cominciata abbastanza bene, la moto ha risposto bene e mi sono sentito molto carico, poi un piccolo ostacolo tecnico non mi ha permesso di migliorare ulteriormente la mia prestazione. Purtroppo nel pomeriggio ci siamo portati dietro lo stesso inconveniente e abbiamo perso minuti preziosi nel cercare di risolverlo. Sono riuscito a portare a termine soltanto sei giri e quindi non sono riuscito a migliorarmi ulteriormente. Nonostante ciò sono carico e fiducioso per domani. Questa pista mi piace particolarmente e sono sicuro di poter fare la differenza.”


unnamed-2.jpg

Eric Granado – P30 (1’54.539)

“Giudico la giornata odierna abbastanza positiva, infatti ho registrato una buona evoluzione dei risultati. Mancando da questo circuito da 4 anni ho speso il tempo dei due turni di libere per riprendere confidenza con le linee del tracciato, cercando le migliori traiettorie e riferimenti, in quello che è un percorso molto ampio. Sicuramente non siamo nella posizione in cui vorremmo essere, troppo lontani dal primo. Lavoreremo per realizzare un nuovo step in avanti domattina, per poi cercare un buon piazzamento in griglia di partenza.”


milena.jpg

Milena Koerner – COO

 

“Nonostante i risultati sulla carta possano dire il contrario, reputo la giornata di oggi piena di spunti positivi. Stefano Manzi ha avuto un buon inizio di giornata, dove nelle FP1 ha girato sempre a ridosso della Top10 Il pomeriggio è stato rallentato da alcune difficoltà tecniche che stiamo analizzando con il Fornitore del Campionato. Facciamo tesoro dei buoni intertempi del pomeriggio, ottenuti nei pochi frangenti dove la moto ha girato bene, certi di ripartire sugli stessi standard nelle libere di domani. Eric Granado, invece, ha dovuto sfruttare questi primi due turni di prove per ritrovare i riferimenti in pista, mancando da questo circuito da 4 anni. 

Stiamo analizzando i suoi dati e le sue traiettorie, soprattutto nei cambi di direzione veloci, per riuscire a ridurre il gap dai primi, già a partire dalla mattina di domani. L’umore è comunque alto e il Team è felice del supporto ricevuto da sponsor e partner già in questa giornata di venerdì.”


BREAK-IN FRIDAY FOR THE FORWARD RACING TEAM


The weekend of the Italian Grand Prix began with a warm and sunny Friday at the Mugello International Circuit.

The Forward Racing Team riders were able to get back to their Le Mans test sessions.

In the right side of the box Stefano Manzi received positive responses in the morning session, where he recorded his best time of the day with 1'53.647, at little more than one second from the head of the classification. The afternoon session was decidedly more demanding as the riminesi rider was unable to improve due to technical problems with his Suter MMX2.

On the left side, Eric Granado stopped the stopwatch at 1'54.539, the best time recorded during the morning session. Even for the Brazilian rider the FP2 has not brought improvements, the work in any case proceeds incessantly to chew useful hundredths to climb positions in the standings, but above all to raise the mood in view of the two most important days of the race.

The engines will roar again tomorrow morning, with the start of the FP3, set for 10:55.


unnamed-1.jpg

Stefano Manzi - p23 (1'53.647)

“The morning started quite well, the bike responded well and I felt very loaded, then a small technical obstacle did not allow me to further improve my performance. Unfortunately, in the afternoon we had the same problem and we lost precious minutes trying to solve it. I only managed to finish six laps and so I couldn't improve any more. Nevertheless, I'm full and confident for tomorrow. I really like this track and am sure I can make a difference.”


unnamed-2.jpg

Eric Granado - p30 (1'54.539)

“I think today was a fairly good day, because I have seen good results. Missing from this circuit for 4 years I spent the time of the two free practice sessions to regain confidence with the lines of the track, looking for the best trajectories and references, in what is a very wide path. We are certainly not in the position in which we would like to be, too far from the first. We'll be working to take another step forward tomorrow morning and then look for a good starting grid position.”


milena.jpg

Milena Koerner - COO

“Although the results on paper may say the opposite, I think today is full of positive items. Stefano Manzi had a good start to the day, where in the FP1s he lapped always close to the Top10. The afternoon was slowed down by some technical difficulties that we are analyzing with the Supplier of the Championship. We'll take advantage of the good split times in the afternoon, obtained in the few moments when the bike ran well, certain to start again to the same standards in tomorrow's free practice. Eric Granado, however, had to take advantage of these first two rounds of testing to find references on the track, missing from this circuit for 4 years. 

We're analyzing his data and his trajectories, especially in fast direction changes, to be able to reduce the gap from the front, as early as tomorrow morning. The mood is still high and the team is happy with the support received from sponsors and partners already today.”