Si è disputato sotto un sole cocente e all’interno di una stupenda cornice di pubblico il Gran Premio d’Italia, sesta tappa del Motomondiale 2018, presso il circuito toscano del Mugello.

I piloti del Forward Racing Team, nonostante gli inconvenienti capitati per l’intero weekend, hanno dato il massimo, senza risparmiarsi. 

Encomiabile la prestazione di Eric Granado, giunto al traguardo in diciannovesima posizione, sfinito dal dolore molto forte alla spalla sinistra. Il pilota brasiliano, partito dalla trentesima casella, ha tenuto un ritmo costante per tutti i 21 giri di gara e conquistando nel complesso ben 11 posizioni.

Dall’altro lato del box, Stefano Manzi, purtroppo, non è riuscito a portare a termine la gara a causa di una caduta alla curva 2, nel corso dell’undicesimo giro, quando si trovava a battagliare con gli avversari a ridosso della Top 10. Da registrare comunque la buona capacità nel rimontare più di 10 posizioni in pochi frangenti di gara, grazie anche ad una valida partenza.

Per i due giovani piloti però, non è ancora tempo di riposo, domani infatti la concentrazione dovrà essere massima, in vista dei test che si terranno qua presso il circuito del Mugello.


unnamed-1.jpg

Stefano Manzi - DNF

“Sono partito molto bene e credevo di poter amministrare la gara in rimonta come a Le Mans. Già alla partenza infatti ho recuperato alcune posizioni, per poi trovarmi in un ottima 12ª posizione, peró una scivolata alla curva due ha arrestato le mie speranze. Ora devo concentrarmi per la prossima gara a Barcellona, dove voglio dare il mio massimo come sempre.”


unnamed-2.jpg

Eric Granado - 19º (+47.264)

“È stata una gara molto dura fisicamente, per tutto il week end ho avuto un male alla spalla in conseguenza della caduta di Le Mans. All’inizio avevo un buon ritmo, ma verso la fine il dolore aumentava e non riuscivo a guidare bene. Ho fatto fatica sopratutto nel finale, anche le condizioni di pista non erano delle migliori, infatti tanti piloti sono caduti. Il mio pensiero era solo quello di arrivare alla fine della gara e allora ho stretto i denti e ho guidato al meglio delle mie possibilità. Non vedo l’ora di recuperare al 100% le mie condizioni fisiche poiché sono certo di poter fare meglio.”


Cuzari.jpg

Giovanni Cuzari - CEO Forward Racing Team

“Siamo orgogliosi della grande determinazione da parte di Eric, che nonostante il fortissimo dolore alla spalla ha portato a termine una buona gara. La sfortuna è stata invece protagonista della giornata di Stefano. Come spesso capita, anche oggi, dopo una buona partenza e un’incredibile risalita fino alla dodicesima posizione, che lo vedeva combattere per la zona punti,  prova del costante lavoro di miglioramento della squadra durante questo campionato, ha perso l’anteriore nella curva due e  sfortunatamente non ha raccolto quelli che sarebbero stati meritati punti. Proseguiremo già domani nel lavoro di miglioramento, quando avremo una giornata di test per arrivare ancora più competitivi per il Gp di Catalunya, che si terrà tra due settimane. Ringraziamo tutti i nostri partner e sponsor che hanno passato il week end con noi e ci hanno supportato.”


Sweet and sour Sunday for the Forward Racing Team at Mugello


The Italian Grand Prix, the sixth stage of the 2018 World Championship, took place under a scorching sun and in a wonderful setting for the public at the Tuscany circuit of Mugello.

The riders of the Forward Racing Team, despite the inconveniences that have occurred throughout the weekend, have given their best.

 Eric Granado's performance was outstanding as he crossed the finish line in nineteenth position, exhausted by very strong pain on his left shoulder.  The Brazilian rider, who started from 30th place, kept a constant pace for all 21 laps of the race and conquered a total of 11 positions.

On the other side of the box, Stefano Manzi, unfortunately, was unable to finish the race because of a crash at turn 2, on lap eleven, when he was battling with his rivals behind the Top 10.  The ability to recover more than 10 positions in a few moments of the race should however be recorded, also thanks to his good start.

For the two young riders, however, it is not yet time to rest, in fact tomorrow the concentration will have to be maximum, in view of the tests that will be held here at the Mugello circuit.


unnamed-1.jpg

Stefano Manzi - DNF

"I started off very well and thought I could manage the race as well as at Le Mans.  I recovered a few positions immediately after the start and then found myself in 12th place. However, a crash at turn two halted my hopes.  Now I have to focus on the next race in Barcelona, where I want to do my best as always.”


unnamed-2.jpg

Eric Granado - 19th (+47,264)

“It was a very tough race physically, I had an injury in my shoulder all weekend as a result of the crash at Le Mans.  At first I had a good pace, but towards the end the pain increased and I couldn't drive well.  I struggled especially in the final, even the track conditions were not the best, in fact many riders fell.  My only thought was to get to the end of the race and then I tightened my teeth and drove to the best of my ability.  I can't wait to recover 100% of my physical condition because I'm sure I can do better.”


Cuzari.jpg

Giovanni Cuzari - CEO Forward Racing Team

“We are proud of the great determination of Eric, who despite the strong pain in his shoulder has completed a good race.  Bad luck was the protagonist of Stefano's day.  As often happens, even today, after a good start and an incredible climb up to the twelfth position, which saw him fight for the points zone, proof of the constant work of improvement of the team during this championship, he lost the front in the turn 2, and unfortunately did not collect what would have been deserved points.  We will continue to improve tomorrow, when we will have a day of testing to get even more competitive for the Catalunya Gp, which will be held in two weeks.  We would like to thank all our partners and sponsors who spent the weekend with us and supported us.”