Comincia in maniera positiva il weekend di corse in terra tedesca per il Forward Racing Team.

Le clementi condizioni meteo hanno permesso ai piloti di concentrarsi unicamente sulle particolarità del tracciato, e le prestazioni sono state piuttosto buone.

Stefano Manzi è risultato essere competitivo in entrambe le sessioni di libere, soltanto una scivolata, a ridosso della bandiera a scacchi delle FP2, non gli ha permesso di concludere il turno in Top 10. Da segnalare che il talento riminese, a causa di un contatto in pista con un altro pilota, è stato penalizzato di tre posizioni in griglia per la partenza di domenica.

Eric Granado, dal canto suo, ha ritrovato il feeling con il circuito nel turno del mattino, finalizzando poi il setting della moto nel turno pomeridiano, che lo ha visto girare molto, mantenendo un gap non eccessivamente elevato dai piloti di testa.

Sono attesi, dunque, ulteriori miglioramenti nella giornata di domani, che avrà il suo inizio con le FP3 alle ore 10:55 ora locale, per poi proseguire con la decisiva sessione cronometrata alle ore 15:05.


unnamed-1.jpg

Stefano Manzi - p18 (1’25.172)

“Quella di oggi è stata una giornata certamente produttiva, la moto aveva già una buona base e per questo abbiamo modificato poche cose riguardo al setting. Peccato che nel turno pomeridiano ho avuto un contatto con Fuligni, al quale porgo le mie scuse, causato da un mio sorpasso un po’ troppo aggressivo. Per questo motivo verrò penalizzato di tre posizioni in griglia per la gara. Sono anche scivolato, al termine delle FP2, mentre stavo girando piuttosto forte. I distacchi sono davvero minimi, sembriamo essere realmente competitivi e ora ci rimetteremo già da subito al lavoro per domani. Penso, in ogni caso, non modificheremo molto, visto che crediamo di essere sulla strada giusta poter fare bene questo week-end.”


unnamed-2.jpg

Eric Granado - p30 (1’26.055)

“Anche in questo circuito, dove manco da 4 anni, ho dovuto spendere il primo turno del mattino per riprendere, con calma, le linee del tracciato. Nel secondo turno, invece, ho lavorato molto sul setting della moto. Siamo certamente più vicini al primo, rispetto a questa mattina, ma la posizione di classifica rimane pressoché invariata, quindi dobbiamo fare di più, per ridurre il gap dal gruppo di testa e trovare un set-up migliore, che ci permetta di fare un buon giro veloce domani e ottenere un discreto piazzamento in griglia di partenza domenica.”


Schermata 2018-06-15 alle 19.08.05.png

Milena Koerner - Team Manager

“ La giornata di apertura è stata positiva per il Forward Racing Team, qui al Sachsenring. Stefano è sceso in pista competitivo sin dalla prima sessione, purtroppo questo pomeriggio una scivolata alla curva 1 nei minuti conclusivi del turno non gli ha permesso di mantenere la sua posizione entro la Top10. Nonostante ciò ha fatto bene, in vista di domani deve ancora lavorare su un settore della pista che lo rallenta molto, per quanto riguarda gli altri invece ha fatto un notevole miglioramento rispetto all'uscita di questa mattina. Eric, allo stesso tempo, sta lavorando sulla riscoperta delle linee del circuito: nelle FP1 ha rispolverato le traiettorie da seguire e nelle FP2 si è migliorato molto sia nel T1 che nel T2. Ora analizzeremo i dati dei nostri ragazzi, e pensiamo che domani entrambi sapranno migliorarsi notevolmente.”


POSITIVE FRIDAY AT FORWARD BOX


The weekend of races on German soil for the Forward Racing Team begins in a positive way.

The warm weather conditions allowed the riders to concentrate solely on the track's peculiarities, and the performance was quite good.

Stefano Manzi was competitive in both free practice sessions, only one crash, close to the FP2's chequered flag, prevented him from finishing the round in the Top 10. It should be noted that the Italian talent, due to a contact on the track with another rider, was penalized by three positions on the starting grid on Sunday.

Eric Granado, by his side, regained his feeling with the circuit in the morning session, finalizing the setting of the bike in the afternoon, which saw him spin a lot, maintaining a gap not excessively high by the leading group

Further improvements are therefore expected tomorrow, which will start with the FP3 at 10:55 local time and then continue with the decisive session timed at 15:05.


unnamed-1.jpg

Stefano Manzi - p18 (1’25.172)

“Today was certainly a productive day, the bike already had a good base and that's why we changed just a few things about the setting. It's a shame that in the afternoon session I had a contact with Fuligni, to whom I apologize, caused by my overtaking a little too aggressive. For this reason I will be penalised by three positions on the grid for the race. I also crashed at the end of the FP2s as I was spinning pretty hard. We seem to be really competitive and now we'll get back to work right away for tomorrow. I don't think we'll change much, anyway, as we think we're on the right path to do well this weekend."


unnamed-2.jpg

Eric Granado - p30 (1’26.055)

“Even in this circuit, where I have been away for 4 years, I had to spend the first morning session to calmly resume the track lines. In the second round I worked a lot on the setting of the bike. We are certainly closer to the top than this morning, but the ranking position remains almost the same, so we have to work more to reduce the gap from the front group and find a better set-up, which should allow us to make a good fast lap tomorrow and get a good grid position on Sunday.”


Schermata 2018-06-15 alle 19.08.05.png

Milena Koerner - Team Manager

 “Positive opening day for the Forward Racing Team here at Sachsenring. Stefano has been competitive since the first session on the track, unfortunately this afternoon a crash at turn 1 in the last minutes of the round has not allowed him to maintain his position within the Top10. Despite this he did well, ahead of tomorrow he still has to work on a sector of the track that slows him down a lot, as far as the others are concerned he made a significant improvement compared to this morning. Eric is also working on the rediscovery of the circuit lines, in the FP1s he has cleaned up the trajectories to follow and in the FP2s he has improved a lot in both T1 and T2. Now we'll analyze the data of our boys, and we think that tomorrow both will be able to improve significantly.”