Il sabato del Gran Premio di Gran Bretagna, presso il circuito di Silverstone, si è aperto con la brutta notizia dell’infortunio del pilota spagnolo Isaac Viñales, che è stato dichiarato non idoneo a partecipare al proseguo del weekend, per la frattura del capitello radiale del braccio destro: a Isaac tutto il Team augura una pronta guarigione.

Stefano Manzi ha, invece, svolto un buon turno di FP3, dove ha concluso in diciottesima posizione, a soli tre decimi dalla Top 10, e a poco più di un secondo dal primo.

Nelle qualifiche del pomeriggio il riminese ha battagliato, per buona parte del turno, con i piloti di testa, rimanendo costantemente nelle prime dieci posizioni. Soltanto nel finale, al suo rientro in pista con gomma nuova, ha riscontrato delle difficoltà in ingresso di curva, che non gli hanno permesso di migliorare il proprio tempo, che lo fa restare, in ogni caso, a poco più di un secondo dal decimo in griglia.

Confidando in buone condizioni meteo, l’obbiettivo, in ogni caso, non cambia: Manzi è determinato e, con voglia di rivalsa, lotterà per  provare ad entrare in Top 10.

Questi gli orari di domani: si parte con il Warm Up alle ore 10:00 ora locale, mentre i semafori della gara, con 18 giri da disputarsi, si spegneranno alle 14:30 ora locale.


Stefano Manzi social.jpg

Stefano Manzi - P24 

“Sinceramente sono molto amareggiato per questa qualifica: per buona parte del turno ho girato con buoni tempi, battagliando con i primi. Verso la fine, quando sono rientrato con la gomma nuova, per gli ultimi giri, ho avuto delle difficoltà con la moto che, improvvisamente, ha iniziato a chiudersi in ingresso di curva, non permettendomi di migliorare ulteriormente il tempo. Questo proprio non ci voleva! Per la giornata di domani darò, in ogni caso, il 100%, seppur partendo dall’ottava fila, sperando in buone condizioni meteo: proverò a fare una buona partenza, puntando da subito il gruppo dei primi quindici, con l’obbiettivo che resta sempre quello della Top 10”.


Cuzari.jpg

Giovanni Cuzari - Team Owner

“La giornata di oggi non si è sicuramente andata come ci aspettavamo. Innanzitutto siamo molto dispiaciuti, in quanto Isaac è stato dichiarato non idoneo per partecipare sia alle uscite di oggi che, di conseguenza, alla gara di domani, a causa della frattura del capitello radiale del braccio destro. Già domani mattina si sottoporrà all’operazione e gli auguriamo una pronta guarigione per tornare in forma per il Gran Premio di Misano. Sicuramente è un gran peccato perché aveva tanto bisogno di girare con la Suter, essendo per lui una moto nuova, ma speriamo torni performante per la prossima tappa di Campionato. Per quel che riguarda Stefano, sicuramente il ragazzo si aspettava di portare a casa un piazzamento migliore su questa pista, ma con le condizioni del tracciato, sempre incerte e spesso complicate, il lavoro per lui è stato molto difficile oggi.  Le sue qualifiche sono iniziate molto bene, ma nei minuti decisivi, quando ha tentato di spingere di più con la gomma nuova, ha incontrato delle difficoltà, in quanto la moto gli si chiudeva in ingresso curva e, per questo, ha preferito essere prudente e non rischiare ulteriori cadute. Domani dovrà mostrare la sua tenacia e, ancora una volta, fare una buona partenza; in ogni caso i tempi sono vicini e l’obiettivo sarà quello di rimanere nella Top 10, per portare a casa un buon risultato, come è stato quello dell’Austria”.


GOPRO BRITISH GRAN PRIX 2018 – SATURDAY


The Saturday of the Grand Prix of Great Britain, at the Silverstone Circuit, opened with the bad news of the injury of the Spanish rider Isaac Viñales, who was declared unfit to participate in the rest of the weekend, for the fracture of the radial capital of his right arm: to Isaac the whole team wishes a speedy recovery.

Stefano Manzi, on the other hand, did a good round during the FP3, where he finished in eighteenth position, just three tenths from the Top 10, and just over a second from the first.

In the afternoon's qualifying session, the rider from Rimini battled with the leading group for the most part of the session, remaining consistently in the top ten positions. It was only in the end, when he returned to the track with a new tyre, that he encountered difficulties in entering corners, which did not allow him to improve his time, which meant that he was still just over a second from the tenth on the starting grid.

Trusting in good weather conditions, the goal, in any case, does not change: Manzi is determined and, with a desire for revenge, will struggle to try to get into the Top 10.

Tomorrow's times are as follows: the Warm Up starts at 10:00 local time, while the traffic lights of the race, with 18 laps to go, will turn off at 14:30 local time.


Stefano Manzi social.jpg

Stefano Manzi - P24

"I am very disappointed with this qualifying session: I set good times for most of the session and battled with the leaders. Towards the end, when I came back with the new tyre for the last laps, I had some difficulties with the bike that, suddenly, began to close at the entrance of the turns, not allowing me to further improve the time. This is a real pity! For tomorrow I will give 100%, even if starting from the 8th row, hoping for good weather conditions: I will try to make a good start, aiming immediately at the group of the top fifteen, with the goal that always remains that of the Top 10”.


Cuzari.jpg

Giovanni Cuzari - Team Owner

"Today has certainly not gone as we expected. First of all we are very sorry, as Isaac has been declared unfit to participate in both today's outings and, consequently, tomorrow's race, because of the fracture of the radial capital of the right arm. Already tomorrow morning he will undergo the operation and we wish him a speedy recovery to get back well for the Grand Prix of Misano. It's definitely a shame because he needed to ride the Suter, being a new bike for him, but we hope he will be performing again for the next stage of the Championship. About Stefano, he certainly expected to take home a better placing on this track, but with the track conditions always uncertain and often complicated, the work was very difficult for him today.  His qualifying started very well, but in the decisive minutes, when he tried to push harder with the new tyre, he encountered some difficulties, as the bike closed at the entrance tof the turn and, for this reason, he preferred to be careful and not risk further falls. Tomorrow he will have to show his tenacity and, once again, make a good start; in any case the times are close and the goal will be to stay in the Top 10, to bring home a good result, as it was that of Austria".