La domenica del Gran Premio di San Marino e Riviera di Rimini ha vissuto parecchi colpi di scena, classici per una corsa così sentita e importante.
Dopo un Warm Up sfruttato per scegliere con quale gomma disputare la gara, Stefano Manzi ha interpretato con determinazione la prima metà di gara, arrivando, con una grande rimonta, fino alla undicesima posizione. Battagliando per la zona punti, con un passo decisamente veloce, il pilota di casa ha dovuto, però, fare i conti con il comportamento antisportivo di un pilota avversario che gli ha compromesso la prestazione, facendogli terminare anzitempo una gara fin lì perfetta.
L’appuntamento è fissato per la prossima tappa ad Aragon, tra due settimane, quando i due piloti del Forward Racing  Team torneranno nuovamente in pista per quattordicesima tappa di Campionato.


unnamed-1.jpg

Stefano Manzi -  Pilota

E’ un vero peccato finire la gara di casa in questa maniera, anche perché stamattina nel Warm Up avevamo lavorato bene: abbiamo provato le gomme di diversa mescola, scegliendo quella morbida, ed eravamo preparati per una buona partenza. In gara stavo girando abbastanza veloce ed ero in undicesima posizione, poi però, a causa dei vari contatti, la mia corsa è finita prima del previsto, e questo mi è dispiaciuto molto. Ora con la squadra analizzeremo quanto fatto durante il weekend, con lo scopo di fare un ulteriore passo avanti ad Aragon".


Cuzari.jpg

Giovanni Cuzari - Team Owner

E’ risaputo che il Gran Premio di Misano, per quanto sentito per la sua importanza, è sempre ricco di colpi di scena. Stefano stava correndo un’ottima gara, con grande grinta e compiendo una buona partenza: tutto quanto perfetto, finché ha avuto un contatto con un pilota, per il quale è finito nella ghiaia, perdendo sei posizioni. Non si è dato per vinto, tornando a battagliare per raggiungere la zona punti, ma purtroppo il comportamento antisportivo di un concorrente ha condizionato la sua gara, facendola terminare anzitempo. E’ un vero peccato vedere un finale di corsa del genere, sia per il grande lavoro svolto dalla squadra, che per la prestazione di Stefano che meritava ben altro. Isaac, invece, ha dovuto alzare bandiera bianca nella giornata di ieri per il forte dolore al gomito operato: speriamo che possa recuperare al meglio in questi dieci giorni che ci dividono da Aragon, così da gareggiare con la giusta condizione fisica. Ringrazio tutti gli sponsor e partner che ci hanno tenuto compagnia in questa tre giorni a Misano: dispiace perché anche loro, come noi, avrebbero meritato soddisfazioni maggiori”.


GRAN PREMIO OCTO DI SAN MARINO E DELLA RIVIERA DI RIMINI 2018 - SUNDAY


The Sunday of the Grand Prix of San Marino and Riviera di Rimini has experienced several twists, classics for a race so important and felt.
After a Warm Up used to choose with which tyre to dispute the race, Stefano Manzi interpreted with determination the first half of the race, reaching, with a great comeback, up to eleventh position. Fighting for the points zone, with a very fast pace, the home rider had, however, to deal with the anti-sporty behavior of an opponent rider who compromised his performance, making him finish prematurely a race so far perfect.
The appointment is set for the next stage at Aragon, in two weeks, when the two Forward Racing Team's riders will return on track for fourteenth appointment of the Championship.


unnamed-1.jpg

Stefano Manzi -  Rider

"It's a real shame to finish the home race in this way, also because this morning in the Warm Up we had worked well: we tried tires of different compounds, choosing the soft one, and we were prepared for a good start. In the race I was running pretty fast and I was in eleventh position, but then, because of the various contacts, my race ended earlier than expected, and I was very disappointed. Now with the team we will analyze what we did during the weekend, with the aim of taking another step forward in Aragon".


Cuzari.jpg

Giovanni Cuzari - Team Owner

"It is well known that the Misano Grand Prix, as much as it is known for its importance, is always full of twists and turns. Stefano was running with a great race, with great determination and making a good start: everything was perfect, until he had a contact with a rider, for whom he ended up in the gravel, losing six positions. He didn't give up, going back to fight to reach the points zone, but unfortunately the unsportsmanlike behaviour of a competitor conditioned his race, making it finish prematurely. It's a real shame to see such an end of race, both for the great work done by the team, and for the performance of Stefano who deserved much more. Isaac, on the other hand, had to raise the white flag yesterday because of the strong pain in his elbow: we hope he can recover in the best way in these ten days that separate us from Aragon, so as to compete in the right physical condition. I would like to thank all the sponsors and partners who have kept us company over the last three days at Misano: I am sorry because they, like us, would have deserved greater satisfaction".