Il Gran Premio di Thailandia, disputato per la prima volta sul circuito di Buriram, ha lasciato l’amaro in bocca ai piloti del Forward Racing Team. 

Stefano Manzi, dopo una delle sue tenaci partenze, non è riuscito a concludere la gara: il pilota riminese ha recuperato ben dieci posizioni in un solo giro, per poi finire nella ghiaia, terminando anzitempo un weekend che avrebbe meritato un finale migliore, sia per lui che per il Team.

Dall’altro lato del box Isaac Viñales ha portato a termine una gara sofferta, sia per le alte temperature che per il feeling con la moto, non perfetto per tutti i tre giorni di gare. 

Il prossimo appuntamento iridato vedrà protagonisti i piloti del Forward Racing Team in Giappone, sul Circuito di Motegi tra due settimane.


unnamed-1.jpg

Stefano Manzi - DNF

“Sono tanto dispiaciuto per questo finale di weekend: la caduta non ci voleva, potevo portare a termine la gara in buona posizione. Dispiace, non tanto per me, ma per il team, che lavora sempre alla grande: ringrazio tutto il team e mi scuso per i risultati ottenuti, che non sono quelli che meritiamo”.


_MG_0233.jpg

Isaac Viñales - P24

“E' stata una gara difficile quella di oggi. Le temperature, sia dell’aria che dell’asfalto, erano davvero elevate e non sono riuscito a trovare il giusto feeling. Nonostante io abbia già lavorato con questa moto, ogni circuito ha bisogno di molte modifiche e aggiustamenti. Ho portato a termine la gara, ma la posizione guadagnata non mi soddisfa di certo. Ora non c’è tempo di scoraggiarsi e pensiamo al Giappone”.


Cuzari.jpg

Giovanni Cuzari - Team Owner

“Sicuramente non è stato un finale di weekend positivo. Stefano avrebbe potuto terminare la gara in buona posizione, ottenendo un risultato positivo, che avrebbe meritato sia lui che tutta la squadra. Peccato per la caduta, dopo un giro dove ha conquistato ben dieci posizioni. Isaac è riuscito a terminare una gara non certo facile per lui: le forti temperature e i fastidi al braccio debole, seppur guarito, hanno inciso sulla sua prestazione, ma lo spagnolo non si è scoraggiato, arrivando al traguardo. A lui va il mio elogio, così come tengo a ringraziare tutti i nostri sponsor e partner che fanno sentire forte il loro supporto”.


PTT THAILAND GRAND PRIX 2018 – SUNDAY


The Grand Prix of Thailand, held for the first time on the circuit of Buriram, left a bitter taste in the mouth of the riders of the Forward Racing Team. 

Stefano Manzi, after one of his strong starts, was unable to finish the race: the rider from Rimini recovered ten positions in a single lap, and then ended up in the gravel, finishing prematurely a weekend that deserved a better ending, both for him and for the team.

On the other side of the box, Isaac Viñales completed a difficult race, both for the high temperatures and the feeling with the bike, which was not perfect for all three days of racing. 

The next round of the championship will see the Forward Racing Team riders in Japan, at the Motegi Circuit in two weeks' time.


unnamed-1.jpg

Stefano Manzi - DNF

"I'm so sorry for this weekend end: we didn't expect for a crash, I could have finished the race in a good position. I'm sorry, not so much for me, but for the team, which always works great: I thank all the team and I apologize for the results obtained, which are not what we deserve”.


_MG_0233.jpg

Isaac Viñales - P24

"It was a difficult race today. The temperatures, both in the air and on the track, were really high and I couldn't find the right feeling. Although I have already worked with this bike, every circuit needs a lot of changes and adjustments. I finished the race, but I am not happy with the position I have gained. Now there is no time to rest and we are already looking at Japan”.


Cuzari.jpg

Giovanni Cuzari - Team Owner

"It certainly wasn't a positive weekend conclusion. Stefano could have finished the race in a good position, obtaining a positive result, which would have deserved both him and the whole team. It was a shame about the crash, after a lap where he conquered ten positions. Isaac managed to finish a race not easy for him: the high temperatures and the discomfort to the weak arm, although healed, have affected his performance, but the Spaniard has not been discouraged, arriving at the finish line. I would like to thank him and all our sponsors and partners who make their support strong".