Si conclude, sotto un insolito sole britannico, anche il 12esimo round del Campionato del Mondo Moto2 per il team MV Agusta Temporary Forward Racing.

Il bilancio del fine settimana è sicuramente positivo. Complici il rinnovato asfalto e gli aggiustamenti trovati per le giovani MV Agusta F2. La gara, a livello di piazzamento, non ha restituito il risultato auspicato, ma il team rimane comunque positivo.

Stefano Manzi, che durante tutti i turni è stato veloce ed in costante progresso, ha riscontrato in gara un inconveniente tecnico legato al surriscaldamento del motore. Ciò non gli ha permesso di migliorare il suo piazzamento rispetto alla partenza, concludendo quindi in 17esima posizione.

Dominique Aegerter, dall’altra lato del box, è riuscito a recuperare 2 caselle rispetto alla griglia di partenza. Le alte temperature non hanno permesso al pilota svizzero di trovare il giusto feeling nonostante i miglioramenti generali del week-end. Dominique ha quindi terminato la sua gara in 18esima posizione.

Questo fine settimana sono stati fatti dei passi avanti; la squadra rimane concentrata già sulla prossima tappa, il Gran Premio di San Marino, il 13, 14 e 15 settembre, per poter dare il massimo davanti al pubblico di casa.

Ended the Great Britain Grand Prix for the riders of the MV Agusta Temporary Forward Racing team

The 12th round of the Moto2 World Championship for the MV Agusta Temporary Forward Racing team ends under an unusual British sun.

The balance of the weekend is certainly positive. Thanks to the renewed asphalt and the adjustments found for the young MV Agusta F2. The race, at the level of placement, has not returned the desired result, but the team remains positive.

Stefano Manzi, who during all the rounds was fast and in constant progress, found in the race a technical problem related to overheating of the engine. This has not allowed him to improve his ranking compared to the start, thus ending in 17th position.

Dominique Aegerter, on the other side of the box, managed to recover 2 position from the starting grid. The high temperatures did not allow the Swiss riders to find the right feeling despite the general improvements of the weekend. Dominique then finished his race  in 18th place.

This weekend some progress has been made; the team remains focused on the next stage, the San Marino Grand Prix, on 13, 14 and 15 September, to be able to give their all in front of the home crowd.


Aegerter.jpg

Dominique Aegerter #77 - P18 +22.746

“Sono ben poco soddisfatto di come il week end si è concluso. Siamo riusciti a tenere un buon ritmo e mi sentivo bene in sella su questa pista con il nuovo asfalto. Anche la moto girava bene, ma purtroppo non siamo riusciti a migliorarci come avremmo voluto sopratutto in gara. Con le temperature alte ho avuto qualche problema, sopratutto in frenata e nel sorpasso. Questo week sicuramente abbiamo fatto un passo avanti, ma in ogni caso ci sarebbe piaciuto portare a casa qualche punto per far vedere il nostro vero potenziale. Lavoreremo ancora su questi dati per arrivare a Misano nel migliore dei modi”.


"I'm not very happy with how the weekend ended. We managed to keep a good pace and I felt good riding on this track with the new asphalt. The bike also rode well, but unfortunately we weren't able to improve as we would have liked especially in the race. In high temperatures I had some problems, especially in braking and overtaking. This weekend we have certainly taken a step forward, but in any case we would have liked to take home some points to show our true potential. We will work on this data to get to Misano in the best possible way.”


Manzi-1024x1024.jpg

Stefano Manzi #62 - P17 +21.159

“Questa mattina nel warm up sono stato molto veloce e perciò speravo di esserlo anche in gara. Purtroppo ho avuto qualche difficoltà con la temperatura del motore e non riuscivo ad andare come volevo. A metà gara quando il serbatoio si è svuotato un po’ e mi sono alleggerito ho girato più veloce, ma in ogni caso non sono riuscito a fare di più. Ovviamente non sono soddisfatto di questa posizione, ma voglio subito pensare alla prossima gara che sarà a Misano, la gara di casa, dove sarà  importante far  bene.”


"This morning in the warm-up I was very fast and so I was hoping to be fast in the race too. Unfortunately I had some problems with the engine temperature and I couldn't go as I wanted. Halfway through the race when the fuel tank drained a bit and I got lighter I turned faster, but in any case I couldn't do more. Obviously I'm not satisfied with this position, but I want to think about the next race that will be in Misano, the home race, where it will be important to do well.”


MK2-1024x1024.jpg

Milena Koerner - Team Manager

“Gara sicuramente un po' sotto le nostre aspettative. La giornata era iniziata molto bene con un 12º e un 13º posto nel Warm Up e, dopo le prove, questi erano sicuramente risultati che pensavamo potessero essere alla nostra portata. Purtroppo con le temperature molto calde di oggi la nostra moto ha sofferto un po' di più del previsto e questo è un aspetto che già avevamo riscontrato in altre occasioni e dove sicuramente adesso ci dobbiamo consultare per migliorare, anche perché in vista dei prossimi appuntamenti a Misano, Aragon, Thailandia e Malaysia, ci aspettiamo altre situazioni con temperature elevate. Ora ci sposteremo in Italia, dove ci aspettano due settimane molto impegnative in preparazione della nostra gara di casa, dove vorremmo finalmente tornare nella zona punti. Sapevamo che sarebbe stato un anno di apprendistato e comunque anche il distacco dai primi è contenuto e di conseguenza fa ben sperare. Vorrei ringraziare gli sponsor ma sopratutto i piloti e la squadra per il grande lavoro fatto ad oggi”.


"A race surely a little below our expectations. The day started very well with a 12th and 13th place in the Warm Up and, after the free sessions, these were definitely results that we thought could be within our reach. Unfortunately with today's very hot temperatures our bike has suffered a bit more than expected and this is something we have already seen on other occasions and where we certainly need to consult now to improve, also because in view of the upcoming appointments in Misano, Aragon, Thailand and Malaysia, we expect other situations with high temperatures. Now we will move to Italy, where we have two very busy weeks ahead of us in preparation for our home race, where we would like to finally return to the points zone. We knew it would be a year's apprenticeship and in any case the gap from the leaders is also small and therefore it gives us hope. I would like to thank the sponsors but especially the riders and the team for the great work done to date.”